W.A.S.P.

0
287

Traduzioni Testi W.A.S.P.

Gli W.A.S.P. sono un gruppo heavy metal statunitense, formatosi a Los Angeles nel 1982 da un’idea del polistrumentista Blackie Lawless e del chitarrista Randy Piper.

Sono celebri per i loro concerti molto energici e caratteristici, quasi sempre arricchiti da performance scabrose o cruente, colme di allusioni sessuali, sangue finto, scenografie eccentriche e soprattutto un vestiario di forte impatto, e fortemente ispirati alle esibizioni di Alice Cooper, il pioniere di questo tipo di spettacoli. Oltre agli W.A.S.P. in quegli anni trovarono successo anche gruppi come i Lizzy Borden, Twisted Sister o i Mötley Crüe del primo periodo, che appartenevano allo stesso filone dello shock rock. Continua a leggere

Visita il Sito Ufficiale.

Album W.A.S.P.

W.A.S.P.

Traduzione Testi dell’album W.A.S.P.

W.A.S.P. è il primo album della heavy metal band W.A.S.P., uscito nel 1984 per l’Etichetta discografica Capitol Records.

L’album è il risultato della registrazione definitiva dei brani apparsi sui vari demo pubblicati dalla band nei due anni precedenti con l’aggiunta di L.O.V.E. Machine (già suonata da Lawless ai tempi dei “Circus Circus”) ma privato dei brani Animal (Fuck Like a Beast) e Show No Mercy che però già spopolavano dal vivo. Pubblicato inizialmente con il titolo Winged Assassins, l’album è stato riedito come W.A.S.P. dopo qualche mese e raggiunse in breve la cifra di 500.000 copie vendute. Continua a leggere…

  1. I Wanna Be Somebody
  2. L.O.V.E. Machine
  3. The Flame
  4. B.A.D.
  5. School Daze
  6. Hellion
  7. Sleeping (In the Fire)
  8. On Your Knees
  9. Tormentor
  10. The Torture Never Stops

(17/08/1984)

W.A.S.P. - W.A.S.P. Album

Formazione

Blackie Lawless – Voce
Randy Piper – Chitarra
Chris Holmes – Chitarra
Tony Richards – batteria

THE LAST COMMAND

Traduzione Testi dell’album The Last Command

The Last Command è il secondo album della band WASP, uscito il 9 novembre 1985. L’album è stato prodotto da Spencer Proffer, forse meglio conosciuto per aver prodotto il sei volte album del platino Metal Health di Quiet Riot nel 1983. Questo è il primo album con il batterista Steve Riley. L’album raggiunse la numero 47 nella classifica degli album di Billboard 200 all’inizio del 1986 e vendette oltre un milione di copie, il loro primo album a farlo. È stato anche l’ultimo album a presentare il membro fondatore Randy Piper alla chitarra.

  1. Wild Child
  2. Ballcrusher
  3. Fistful of Diamonds
  4. Jack Action
  5. Widowmaker
  6. Blind in Texas
  7. Cries in the Night
  8. The Last Command
  9. Running Wild in the Streets
  10. Sex Drive

(09/11/1995)

W.A.S.P. - The Last Command

Formazione

Blackie Lawless – Voce, Basso
Chris Holmes – Chitarra
Randy Piper – Chitarra, Coro
Steve Riley – Batteria

INSIDE THE ELECTRIC CIRCUS

Traduzione Testi dell’album Inside the Electric Circus

Inside the Electric Circus è il terzo album in studio della band W.A.S.P., pubblicato nell’ottobre del 1986 attraverso la Capitol Records; un’edizione rimasterizzata con due brani bonus è stata ristampata nel 1997 attraverso Snapper Music. L’album ha raggiunto la posizione numero 17 e 35 rispettivamente sul grafico degli album norvegesi e svedesi e la numero 60 sulla Billboard degli Stati Uniti.

  1. The Big Welcome
  2. Inside the Electric Circus
  3. I don’t Need no Doctor
  4. 9.5. – N.A.S.T.Y.
  5. Restless Gypsy
  6. Shoot from the Hip
  7. I’m Alive
  8. Easy Livin’
  9. Sweet Cheetah
  10. Mantronic
  11. King of Sodom and Gomorrah
  12. The Rock rolls on
Tracce bonus
  1. Flesh & Fire
  2. D.B. Blues

(10/1986)

W.A.S.P. - Inside the Electric Circus

Formazione

Blackie Lawless – Voce, Chitarra
Chris Holmes – Chitarra
Johnny Rod – Basso
Steve Riley – Batteria

THE HEADLESS CHILDREN

Traduzione Testi dell’album The Headless Children

The Headless Children è il quarto album della band heavy metal W.A.S.P., pubblicato dalla Capitol Records nel 1989.

Il disco rappresenta una sorta di svolta nel repertorio musicale del gruppo, che per la prima volta nella sua storia inizia a dedicarsi all’heavy metal vero e proprio, nello stile di band classiche come gli Iron Maiden ed i Manowar. Le sonorità del nuovo album di Lawless e soci sono diverse da quelle dei primi tre lavori. Nel disco fanno la loro comparsa canzoni lunghe ed elaborate, con frequenti cambi di ritmo e giri di accordi più complicati che in passato. Le melodie acquistano in potenza anche grazie all’accompagnamento da parte dell’organo di Ken Hensley, tastierista degli Uriah Heep. Questo disco è stato ed è tuttora il campione di incassi nella storia degli W.A.S.P.

  1. The Heretic (The Lost Child)
  2. The Real Me
  3. The Headless Children
  4. Thunderhead
  5. Mean Man
  6. The Neutron Bomber
  7. Mephisto Waltz
  8. Forever Free
  9. Maneater
  10. Rebel in the F.D.G.

(15/04/1989)

W.A.S.P. - The Headless Children

Formazione

Blackie Lawless – Voce, Chitarra
Chris Holmes – Chitarra
Johnny Rod – Basso, Coro
Frankie Banali – Batteria

THE CRIMSON IDOL

Traduzione Testi dell’album The Crimson Idol

The Crimson Idol è un album degli W.A.S.P., pubblicato dalla Capitol Records nel 1992. Il disco rappresenta il primo tentativo della band di cimentarsi con una rock opera, una vera e propria storia che viene narrata attraverso l’intreccio delle canzoni.

La storia narrata nel disco ha per protagonista un giovane adolescente di nome Jonathan Aaron Steel. Figlio di William ed Elizabeth Steel, Jonathan vive fin dall’infanzia una vita triste e desolata in virtù del fatto che i suoi genitori lo considerano un fallimento, soprattutto se in rapporto al loro figlio primogenito, Michael, che sembra l’unico a dar loro soddisfazione. Continua a leggere

  1. The Titanic Overture
  2. The Invisible Boy
  3. Arena of Pleasure
  4. Chainsaw Charlie (Murders in the New Morgue)
  5. The Gypsy meets the Boy
  6. Doctor Rockter
  7. I am One
  8. The Idol
  9. Hold on to my Heart
  10. The Great Misconceptions of Me

(08/06/1992)

W.A.S.P. - The Crimson Idol

Formazione

Blackie Lawless – Voce, Chitarra,
Basso, Tastiere
Bob Kulick – Chitarra, Coro
Frankie Banali – Batteria
Stet Howland – Batteria, Coro

STILL NOT BLACK ENOUGH

Traduzione Testi dell’album Still Not Black Enough

Still Not Black Enough è il sesto album in studio del gruppo musicale heavy metal statunitense W.A.S.P., pubblicato in Europa nel 1995 dalla Castle.

Inizialmente pensato per essere il primo disco da solista del leader della band Blackie Lawless, si è deciso di pubblicarlo come sorta di seguito del precedente The Crimson Idol della band madre.

  1. Still Not Black Enough
  2. Somebody to Love
  3. Black Forever
  4. Scared to Death
  5. Goodbye America
  6. Keep Holding On
  7. Rock and Roll to Death
  8. Breathe
  9. I Can’t
  10. No Way Out of Here

(05/11/1995)

W.A.S.P. - Still Not Black Enough

Formazione

Blackie Lawless – Voce, chitarra, sintetizzatore,
basso, pianoforte, tastiere, sitar, organo
Frankie Banali – Batteria
Bob Kulick – Chitarra solista
Stet Howland – Batteria, percussioni
Mark Josephson – Violino elettrico
K.C. Calloway – Cori
Tracey Whitney – Cori


KILL FUCK DIE

Traduzione Testi dell’album Kill Fuck Die

Kill Fuck Die è stato il settimo album in studio della band heavy metal americana W.A.S.P., pubblicato da Castle Records nel 1997.

Si differenzia dalle versioni precedenti incorporando un suono industriale e più aggressivo. Il chitarrista Chris Holmes si è unito alla band per questo album in una mossa a sorpresa. Secondo il cantante Blackie Lawless, Holmes e lui erano appena usciti da cattive relazioni e questo si riflette sull’album. Secondo Lawless, il disco è stato ispirato anche dal film Apocalypse Now.

  1. Kill Fuck Die
  2. Take the Addiction
  3. My Tortured Eyes
  4. Killahead
  5. Kill your Pretty Face
  6. Fetus
  7. Little Death
  8. U
  9. Wicked Love
  10. The Horror

(29/04/1997)

W.A.S.P. - Kill Fuck Die

Formazione

Blackie Lawless – Voce, Chitarra, Sintetizzatore
Chris Holmes – Chitarra
Mike Duda – Basso, Coro
Stet Howland – Batteria, Coro

HELLDORADO

Traduzione Testi dell’album Helldorado

Helldorado è l’ottavo album della band heavy metal W.A.S.P.. È stato pubblicato nel 1999 dalla Snapper Music.

Questo disco ha segnato un ritorno alle origini della band, con sonorità che si rifanno al hard & heavy in classico stile AC/DC, tornando quindi a distanziarsi dalle venature spiccatamente heavy metal che erano emerse di prepotenza in lavori quali The Headless Children e The Crimson Idol.

  1. Drive by
  2. Helldorado
  3. Don’t Cry (Just suck)
  4. Damnation Angels
  5. Dirty Balls
  6. High on the Flames
  7. Cocaine cowboys
  8. Can’t die Tonight
  9. Saturday Night Cockfight
  10. Hot Rods to Hell

(18/05/1999)

W.A.S.P. - Helldorado

Formazione

Blackie Lawless – Voce, Chitarra
Chris Holmes – Chitarra
Mike Duda – Basso, Coro
Stet Howland – Batteria, Coro

UNHOLY TERROR

Traduzione Testi dell’album Unholy Terror

Unholy Terror è il nono album della band heavy metal W.A.S.P., pubblicato nel 2001 dalla Metal-Is.

  1. Let it Roar
  2. Hate to Love Me
  3. Loco-Motive Man
  4. Unholy Terror
  5. Charisma
  6. Who slayed Baby Jane?
  7. Euphoria
  8. Raven Heart
  9. Evermore
  10. Wasted White Boys

(03/04/2001)

W.A.S.P. - Unholy Terror

Formazione

Blackie Lawless – Voce, chitarra ritmica
Chris Holmes – Chitarra solista
Mike Duda – Basso, cori
Frankie Banali – Batteria
Stet Howland – Batteria

DYING FOR THE WORLD

Traduzione Testi dell’album Dying for the World

Dying for the World è il decimo album dei W.A.S.P., pubblicato nel 2002. Questo album è stato la dedica di Blackie Lawless a tutti coloro che sono morti negli attacchi degli eventi dell’11 settembre, in particolare sul brano “Hallowed Ground“.

L’album è stato scritto e registrato in meno di 12 mesi. Questo è molto insolito visto che Blackie Lawless è un perfezionista, che normalmente impiega 2 o più anni per finire un album e registrarlo.

  1. Shadow Man
  2. My Wicked Heart
  3. Black Bone Torso
  4. Hell for Eternity
  5. Hallowed Ground
  6. Revengeance
  7. Trail of Tears
  8. Stone Cold Killers
  9. Rubber Man
  10. Hallowed Ground [Strumentale]

(11/06/2002)

W.A.S.P. - Dying for the World

Formazione

Blackie Lawless – Voce, Chitarra
Darrell Roberts – Chitarra
Mike Duda – Basso, Coro
Frankie Banali – Batteria
Stet Howland – Batteria, Coro

THE NEON GOD PART 1 – THE RISE

Traduzione Testi dell’album The Neon God part 1 – The Rise

The Neon God: Part 1 – The Rise è un album degli W.A.S.P., pubblicato dalla inglese Sanctuary Records nel 2004. Il disco costituisce la seconda rock opera concepita da Blackie Lawless e narra la prima parte di una storia che prosegue nell’album successivo, The Neon God: Part 2 – The Demise. Quando presi insieme, questi due dischi sono considerati degni eredi di The Crimson Idol.

  1. Overture
  2. Why am I here
  3. Wishing Well
  4. Sister Sadie (And the Black Habits)
  5. The Rise
  6. Why am I nothing
  7. Asylum # 9
  8. Red Room of the Rising Sun
  9. What I’ll never find
  10. Someone to love me (All I need)
  11. X.T.C. Riders
  12. Me & the devil
  13. The Running Man
  14. The Raging Storm

(06/04/2004)

W.A.S.P. - The Neon God part 1 - The Rise

Formazione

Blackie Lawless – Voce, Chitarra
Darrell Roberts – Chitarra
Mike Duda – Basso, Coro
Frankie Banali – Batteria
Stet Howland – Batteria, Coro

THE NEON GOD PART 2 – THE DEMISE

Traduzione Testi dell’album The Neon God part 2 – The Demise

The Neon God: Part 2 – The Demise, è il dodicesimo album in studio di W.A.S.P. su un ragazzo abusato e orfano di nome Jesse, che scopre di avere la capacità di leggere e manipolare le persone. Il primo album è intitolato The Neon God: Part 1 – The Rise.

  1. Never Say Die
  2. Resurrector
  3. The Demise
  4. Clockwork Mary
  5. Tear down the Walls
  6. Come back to Black
  7. All my Life
  8. Destinies to come (Neon Dion)
  9. The Last Redemption

(28/09/2004)

W.A.S.P. - The Neon God Part 2 – The Demise

Formazione

Blackie Lawless – Voce, Chitarra
Darrell Roberts – Chitarra
Mike Duda – Basso, Coro
Frankie Banali – Batteria
Stet Howland – Batteria, Coro

DOMINATOR

Traduzione Testi dell’album Dominator

Dominator è il tredicesimo album in studio della band heavy metal americana W.A.S.P., uscito nel 2007. L’uscita degli Stati Uniti era stata originariamente pianificata, ma l’accordo con le etichette è fallito. La cover di Burn dei Deep Purple e Fortunate Son dei Creedence Clearwater Revival sono stati inclusi nell’elenco dei brani originariamente annunciato, ma sono stati eliminati dall’album. Dominator è basato sulle attuali politiche estere americane.

  1. Mercy
  2. Long, long way to go
  3. Take me Up
  4. The Burning Man
  5. Heaven’s hung in Black
  6. Heaven’s Blessed
  7. Teacher
  8. Heaven’s hung in Black (Reprise)
  9. Deal with the devil

(16/04/2007)

W.A.S.P. - Dominator

Formazione

Blackie Lawless – Voce, Chitarra
Doug Blair – Chitarra
Mike Dupke – Batteria
Mike Duda- Basso, Coro
Darrell Roberts – Chitarra

BABYLON

Traduzione Testi dell’album Babylon

Babylon è il quattordicesimo album in studio della band heavy metal americana W.A.S.P., pubblicato il 9 novembre 2009. L’album è stato ispirato dalle visioni bibliche di “The Four Horsemen of the Apocalypse“. L’album contiene la cover dei Deep Purple Burn (originariamente registrato per l’album precedente di W.A.S.P. Dominator, ma non usato per ragioni sconosciute) e Promised Land di Chuck Berry.

  1. Crazy
  2. Live to die Another Day
  3. Babylon’s Burning
  4. Burn
  5. Into the Fire
  6. Thunder Red
  7. Seas of Fire
  8. Godless Run
  9. Promised Land

(13/10/2009)

W.A.S.P. - Babylon

Formazione

Blackie Lawless – Voce, chitarra
Doug Blair – Chitarra
Mike Dupke – Batteria
Mike Duda- Basso, coro

GOLGOTHA

Traduzione Testi dell’album Golgotha

Golgotha è il quindicesimo album in studio della band americana WASP. L’album è stato rilasciato il 2 ottobre 2015 tramite Napalm Records, ed è il primo album in studio dii WASP da Babylon (2009), segnando il gap più lungo tra due album nella loro carriera. Golgotha è anche l’ultimo album in studio di W.A.S.P. con il batterista Mike Dupke, che ha lasciato la band poco prima della sua uscita.

  1. Scream
  2. Last Runaway
  3. Shotgun
  4. Miss You
  5. Fallen Under
  6. Slaves of the New World Order
  7. Eyes of my Maker
  8. Hero of the World
  9. Golgotha

(02/10/2015)

W.A.S.P. - Golgotha

Formazione

Blackie Lawless – Voce, chitarra
Doug Blair – Chitarra, cori
Mike Duda – Basso, cori
Mike Dupke – Batteria