The Cure

0
203

Traduzioni Testi The Cure

The Cure sono un gruppo musicale post-punk inglese, i cui esordi risalgono al 1976, in piena esplosione new wave (in compagnia di gruppi come Siouxsie and the BansheesJoy DivisionEcho and the Bunnymen). La band, la cui formazione è variata più o meno regolarmente nel corso degli anni, comprendendo da un minimo di due fino ad un massimo di sei membri, ha raggiunto l’apice del successo tra la metà e la fine degli anni ottanta (soprattutto con i singoli Close to Me e Lullaby, tratti, rispettivamente, dai due album The Head on the Door del 1985 e Disintegration del 1989). Robert Smith, il cantante, chitarrista, autore dei testi e compositore di quasi tutte le musiche, nonché fondatore del gruppo, è l’unico membro ad averne sempre fatto parte fin dagli esordi. Continua a leggere

Visita il Sito Ufficiale.

Album The Cure

THREE IMAGINARY BOYS

Traduzione Testi dell’album Three Imaginary Boys

Three Imaginary Boys è l’album di debutto della gruppo post-punk britannico The Cure, pubblicato l’8 maggio 1979. Dopo la prima edizione originale, l’album è stato ristampato negli Stati Uniti con alcune differenze nella lista dei brani inclusi, con il titolo di Boys Don’t Cry.

Ai tempi di Three Imaginary Boys i Cure erano un trio, e lo stile musicale dell’album è molto scarno, con richiami punk, anche se si intuisce già tutta la potenzialità dark del gruppo. Continua a leggere

  1. 10:15 Saturday Night [10.15 sabato notte]
  2. Accuracy [Precisione]
  3. Grinding Halt [Brusca frenata]
  4. Another Day [Un altro giorno]
  5. Object [Oggetto]
  6. Subway Song [Canzone della metropolitana]
  7. Foxy Lady [Donna volpe]
  8. Meathook [Gancio da macellaio]
  9. So What [E con ciò]
  10. Fire In Cairo [Fuoco al Cairo]
  11. It’s Not You [Non sei tu]
  12. Three Imaginary Boys [Tre ragazzi immaginari]
  13. The Weedy Burton [Taccia Fantasma – Strumentale]

(08/05/1979)

The Cure - Three Imaginary Boys

Formazione

Robert Smith – voce
Michael Dempsey – basso, voce
Lol Tolhurst – batteria

SEVENTEEN SECONDS

Traduzione Testi dell’album Seventeen Seconds

Seventeen Seconds è il secondo album in studio dell’alternative rock band inglese The Cure, registrato ai Morgan Studio e pubblicato il 22 aprile 1980 dalla Fiction Records. Robert Smith ha coprodotto l’album per la prima volta con Mike Hedges. Dopo l’uscita del bassista originale Michael Dempsey, Simon Gallup è diventato un membro ufficiale insieme al tastierista Matthieu Hartley. Il singolo “A Forest” è stato il primo ingresso della band nella Top 40 della UK Singles Chart ed è diventato un classico per il genere dark.

  1. A Reflection [Un RIflesso] [Strumentale]
  2. Play For Today [Il Gioco di Oggi]
  3. Secrets [Segreti]
  4. In Your House [Nella tua Casa]
  5. Three [Strumentale]
  6. The Final Sound [Il Suono Finale] [Strumentale]
  7. A Forest [Una Foresta]
  8. M [M]
  9. At Night [Di Notte]
  10. Seventeen Seconds [Diciassette Secondi]

(22/04/1980)

The Cure - Seventeen Seconds

Formazione

Robert Smith: chitarra, voce
Matthieu Hartley: tastiere
Laurence Tolhurst: batteria
Simon Gallup: basso

FAITH

Traduzione Testi dell’album Faith

Faith è il terzo album discografico del gruppo rock britannico The Cure, pubblicato nel 1981 dalla Fiction Records in Europa e dalla Polydor Records negli Stati Uniti. Preceduto dal singolo Primary, l’album riscosse un moderato successo commerciale ricevendo critiche ambivalenti da parte della critica. Faith mostra i Cure indulgere sempre più nelle tetre atmosfere dark del precedente Seventeen Seconds. Continua a leggere

  1. The Holy Hour [L’Ora Sacra]
  2. Primary [Primario]
  3. Other Voices [Altre Voci]
  4. All Cats Are Grey
  5. The Funeral Party
  6. Doubt
  7. The Drowning Man
  8. Faith

(14/04/1981)

The Cure - Faith

Formazione

Robert Smith – voce, chitarra, tastiere
Simon Gallup – basso
Laurence Tolhurst – batteria

PORNOGRAPHY

Traduzione Testi dell’album Pornography

Pornography è il quarto album discografico del gruppo musicale britannico The Cure, pubblicato nel 1982 dalla Fiction Records.

Preceduto dal singolo Charlotte Sometimes non incluso nel disco, Pornography fu il primo album della band registrato con un nuovo produttore, Phil Thornalley, e venne inciso nei RAK Studios da gennaio a aprile 1982. Le sessioni videro il gruppo sull’orlo del collasso, con abbondante uso di droghe, conflitti personali tra i membri della band, e con la depressione del leader Robert Smith ormai giunta a livelli preoccupanti. Pornography rappresenta la conclusione della prima fase dark dei Cure, iniziata con Seventeen Seconds nel 1980. Continua a leggere

  1. One Hundred Years
  2. A Short Term Effect
  3. The Hanging Garden
  4. Siamese Twins
  5. The Figurehead
  6. A Strange Day
  7. Cold
  8. Pornography

(04/05/1982)

The Cure - Pornography

Formazione

Robert Smith – voce, chitarra, tastiere
Simon Gallup – basso
Laurence Tolhurst – batteria

THE TOP

Traduzione Testi dell’album The Top

The Top è il quinto album in studio della rock band inglese The Cure, pubblicato il 30 aprile 1984 dalla casa discografica Fiction. È entrato nella classifica degli album nel Regno Unito alla n° 10 il 12 maggio. Poco dopo la sua uscita, i Cure intrapresero un importante tour nel Regno Unito.

Dopo aver registrato l’album psichedelico Blue Sunshine per il progetto con i The Glove durante l’estate del 1983, Robert Smith terminò l’anno componendo e lavorando su altri due album in studio contemporaneamente: The Top per i Cure e Hyæna per Siouxsie and the Banshees.

  1. Shake Dog Shake
  2. Bird Mad Girl
  3. Wailing Wall
  4. Give Me It
  5. Dressing Up
  6. The Caterpillar
  7. Piggy in the Mirror
  8. The Empty World
  9. Bananafishbones
  10. The Top

(22/05/1984)

The Cure - The Top

Formazione

Robert Smith: strumenti, voce
Laurence Tolhurst: altri strumenti
Andy Anderson: batteria, percussioni
Porl Thompson: sassofono

THE HEAD ON THE DOOR

Traduzione Testi dell’album The Head on the Door

The Head on the Door è il sesto album in studio della rock band inglese The Cure, pubblicato nell’agosto del 1985 sulla casa discografica Polydor. Preceduto dal singolo “In Between Days” che aveva raggiunto la posizione numero 15 nella UK Singles Chart, l’album fu descritto da Melody Maker come “una raccolta di canzoni pop“, mentre PopMatters dichiarò che definì il rock alternativo.

Con la sua varietà di stili, ha permesso al gruppo di raggiungere un pubblico più ampio sia in Europa che in Nord America. Nel Regno Unito, è diventato il loro album di maggior successo fino ad oggi.

  1. In Between Days
  2. Kyoto Song
  3. The Blood
  4. Six Different Ways
  5. Push
  6. The Baby Screams
  7. Close to Me
  8. A Night Like This
  9. Screw
  10. Sinking

(26/08/1985)

The Cure - The Head on the Door

Formazione

Robert Smith: voci, chitarre, tastiere
Laurence Tolhurst: tastiere
Porl Thompson: chitarre, tastiere
Simon Gallup: bassi
Boris Williams: batteria, percussioni

KISS ME KISS ME KISS ME

Traduzione Testi dell’album Kiss Me Kiss Me Kiss Me

Kiss Me, Kiss Me, Kiss Me è il settimo album in studio della band inglese The Cure, pubblicato nel maggio 1987.

Questo è il primo album a raggiungere la Billboard Top 40 (ottenendo la certificazione disco di platino). È stato anche un grande successo internazionale, come il suo predecessore, The Head on the Door, che ha raggiunto la Top 10 in numerosi paesi.

Questo è l’ultimo album in studio per Porl Thompson, che suona le tastiere. Ospite speciale Andrew Brennan ha suonato il sassofono in “Hey You!!!” e “Icing Sugar“.

  1. The Kiss
  2. Catch
  3. Torture
  4. If Only Tonight We Could Sleep
  5. Why Can’t I Be You?
  6. How Beautiful You Are
  7. The Snakepit
  8. Hey You!!!
  9. Just Like Heaven
  10. All I Want
  11. Hot Hot Hot!!!
  12. One More Time
  13. Like Cockatoos
  14. Icing Sugar
  15. The Perfect Girl
  16. A Thousand Hours
  17. Shiver and Shake
  18. Fight

(25/05/1987)

The Cure - Kiss Me Kiss Me Kiss Me

Formazione

Robert Smith: voce, chitarra, tastiere
Simon Gallup: basso
Porl Thompson: chitarra, tastiere, sassofono
Laurence Tolhurst: tastiere
Boris Williams: batteria e percussioni

DISINTEGRATION

Traduzione Testi dell’album Disintegration

Disintegration è l’ottavo album in studio della rock band inglese The Cure, pubblicato il 2 maggio 1989 dalla Fiction Records. Il disco segna un ritorno allo stile Gothic rock introspettivo e cupo che la band aveva stabilito all’inizio degli anni ’80. Mentre si avvicinava all’età di 30 anni, il vocalist e il chitarrista Robert Smith aveva avvertito una maggiore pressione per seguire i successi pop del gruppo con un lavoro più duraturo.

Questo, insieme a un disgusto per la ritrovata popolarità del gruppo, spinse Smith a ricadere nell’uso di droghe allucinogene, i cui effetti avevano una forte influenza sulla produzione dell’album. La band ha registrato l’album presso Hookend Recording Studios a Checkendon, nell’Oxfordshire, con il co-produttore David M. Allen dalla fine del 1988 all’inizio del 1989. Dopo il completamento del mixaggio dell’album, il membro fondatore Lol Tolhurst è stato licenziato dalla band.

  1. Plainsong
  2. Pictures of You
  3. Closedown
  4. Lovesong
  5. Last Dance
  6. Lullaby
  7. Fascination Street
  8. Prayers for Rain
  9. The Same Deep Water as You
  10. Disintegration
  11. Homesick
  12. Untitled

(02/05/1989)

The Cure - Disintegration

Formazione

Robert Smith – voce, chitarra e tastiera
Simon Gallup – basso e tastiera
Boris Williams – batteria
Porl Thompson – chitarra
Roger O’Donnell – tastiera
Laurence Tolhurst – strumenti vari


WISH

Traduzione Testi dell’album Wish

Wish è il nono album in studio della band inglese The Cure, pubblicato il 21 aprile 1992 attraverso l’etichetta discografica Fiction in UK e Elektra negli Stati Uniti.

Il disco è l’ultimo album in studio con Boris Williams e il primo con Perry Bamonte, oltre ad essere l’ultimo album con Porl Thompson per sedici anni.

L’album ha conservato l’atmosfera e il loro tipico suono gothic rock su alcune tracce. Il singolo principale dell’album è stato “High“, pubblicato il 16 marzo 1992. Il singolo ha raggiunto la posizione numero otto della UK Singles Chart, la quarantadue sulla Billboard Hot 100 statunitense e il numero uno sulla Billboard Modern Rock Tracks.

  1. Open
  2. High
  3. Apart
  4. From the Edge of the Deep Green Sea
  5. Wendy Time
  6. Doing the Unstuck
  7. Friday I’m in Love
  8. Trust
  9. A Letter to Elise
  10. Cut
  11. To Wish Impossible Things
  12. End

(21/04/1992)

The Cure - Wish

Formazione

Robert Smith: voce, chitarra, basso a sei corde,
tastiere
Simon Gallup: basso
Porl Thompson: chitarra, tastiere
Boris Williams: batteria, percussioni
Perry Bamonte: chitarra, basso a sei corde,
tastiere

WILD MOOD SWINGS

Traduzione Testi dell’album Wild Mood Swings

Wild Mood Swings è il decimo album in studio dell’alternativa rock band inglese The Cure, pubblicato il 7 maggio 1996 attraverso l’etichetta discografica Fiction.

Dopo Wish, sembrava che i Cure fossero sul punto di sciogliersi a causa dell’uscita dal gruppo di Porl Thompson e Boris Williams. Simon Gallup fu anche costretto a prendere una vacanza a causa di problemi di salute, riducendo la band a un duetto composto da Robert Smith e Perry Bamonte. Ciononostante, i due riuscirono a tenere a galla le cose abbastanza a lungo da far tornare Gallup una volta che si fosse ripreso e convinto Roger O’Donnell a ricongiungersi alla band. Questo è anche il primo album con il batterista Jason Cooper, che ha suonato 9 dei 14 brani dell’album.

  1. Want
  2. Club America
  3. This Is a Lie
  4. The 13th
  5. Strange Attraction
  6. Mint Car
  7. Jupiter Crash
  8. Round & Round & Round
  9. Gone!
  10. Numb
  11. Return
  12. Trap
  13. Treasure
  14. Bare

(07/05/1996)

The Cure - Wild Mood Swings

Formazione

Robert Smith: voce, chitarra,
basso a sei corde
Simon Gallup: basso
Perry Bamonte: chitarra,
basso a sei corde
Roger O’Donnell: tastiere
Jason Cooper: batteria, percussioni

BLOODFLOWERS

Traduzione Testi dell’album Bloodflowers

Bloodflowers è l’undicesimo album in studio della band inglese The Cure, pubblicato nel febbraio 2000 dall’etichetta discografica Fiction. È stato un successo moderato, debuttando alla posizione numero 16 nella classifica degli album Billboard 200 degli Stati Uniti. È stato nominato per un Grammy Award come miglior album di musica alternativa nel 2001.

  1. Out of This World
  2. Watching Me Fall
  3. Where the Birds Always Sing
  4. Maybe Someday
  5. The Last Day of Summer
  6. There Is No If…
  7. The Loudest Sound
  8. 39
  9. Bloodflowers

(15/02/2000)

The Cure - Bloodflowers

Formazione

Robert Smith: voce, chitarra,
basso a sei corde, tastiere
Simon Gallup: basso
Perry Bamonte: chitarra, basso a sei corde
Jason Cooper: batteria, percussioni
Roger O’Donnell: tastiere

THE CURE

Traduzione Testi dell’album The Cure

The Cure è il dodicesimo album in studio dell’omonima alternativo rock band inglese. L’album è stato rilasciato il 29 giugno 2004 dall’etichetta discografica Geffen e promosso con il singolo “The End of the World“. L’album è stato interamente prodotto dal produttore americano Ross Robinson, noto per il suo lavoro con band come Korn, Slipknot e Limp Bizkit.

Questo potrebbe spiegare perché le canzoni dell’album sono più pesanti del materiale precedente della band. Secondo le note di copertina, l’intero album è stato registrato dal vivo in studio. Secondo Smith, l’elenco ufficiale della traccia include “Going Nowhere“, che è stata esclusa dalle pubblicazioni nordamericane.

  1. Lost
  2. Labyrinth
  3. Before Three
  4. The End of the World
  5. Anniversary
  6. Us or Them
  7. alt.end
  8. (I Don’t Know What’s Going) On
  9. Taking Off 
  10. Never
  11. The Promise
  12. Going Nowhere

(29/06/2004)

The Cure - The Cure Album

Formazione

Robert Smith: voce e chitarra
Simon Gallup: basso
Perry Bamonte: chitarra
Jason Cooper: batteria e percussioni
Roger O’Donnell: tastiere

4:13 DREAM

Traduzione Testi dell’album 4:13 Dream

4:13 Dream è il tredicesimo album in studio del gruppo rock inglese The Cure. È stato rilasciato il 27 ottobre 2008, attraverso le case discografiche Suretone e Geffen. L’album doveva originariamente essere un doppio album; tuttavia, il frontman Robert Smith ha confermato nelle interviste che questa idea è stata scartata, nonostante il fatto che fossero state registrate trentatré canzoni.

Alcuni brani presenti nell’album sono stati riciclati da precedenti sessioni di album: un esempio è “Sleep When I’m Dead“, che è stato originariamente scritto per l’album del 1985 The Head on the Door. Smith ha dichiarato  che l’album comprendeva principalmente le canzoni più allegre registrate dal gruppo, mentre le canzoni più scure potrebbero essere pubblicate su un altro album.

  1. Underneath the Stars
  2. The Only One
  3. The Reasons Why
  4. Freakshow
  5. Sirensong
  6. The Real Snow White
  7. The Hungry Ghost
  8. Switch
  9. The Perfect Boy
  10. This. Here and Now. With You
  11. Sleep When I’m Dead
  12. The Scream
  13. It’s Over

(27/10/2008)

The Cure - 4-13 Dream

Formazione

Robert Smith – voce, chitarra,
basso a sei corde, tastiere
Porl Thompson – chitarra
Simon Gallup – basso
Jason Cooper – batteria, percussioni