Bob Dylan

0
283

Traduzioni Testi Bob Dylan

Bob Dylan, nato con il nome di Robert Allen Zimmerman (Duluth, 24 maggio 1941), è un cantautore e compositore statunitense.

Distintosi anche come scrittore, poeta, attore, pittore, scultore e conduttore radiofonico, si è imposto come una delle più importanti figure a livello mondiale in campo musicale, in quello della cultura di massa e della letteratura.

La maggior parte delle sue canzoni più conosciute risale agli anni sessanta, quando l’artista si è affermato come personaggio chiave del movement, il movimento di protesta americano. Continua a leggere

Visita il Sito Ufficiale.

Album Bob Dylan

BOB DYLAN

Traduzione Testi dell’album Bob Dylan

Bob Dylan è l’omonimo album di debutto del cantautore statunitense Bob Dylan. È stato pubblicato il 19 marzo 1962, dalla Columbia Records, quando Dylan aveva 20 anni. Contiene solo due canzoni composte dall’autore, il resto è composto da cover di altri artisti che avevano pubblicato lavori con la Columbia Records secondo le indicazioni di John Hammond.

Bob Dylan è uno degli album meno considerati fra tutti i lavori di Dylan. La Columbia Records non nascose il fatto che per la sua registrazione furono spesi a mala pena 402 $. L’album venne prodotto da John Hammond, il quale aveva conosciuto Dylan durante le registrazioni di un album di Carolyn Hester in cui Dylan suonava l’armonica. Continua a leggere

  1. You’re No Good [Non Sei Buona]
  2. Talkin’ New York [Parlando di New York]
  3. In My Time of Dyin’ [In Punto di Morte]
  4. Man of Constant Sorrow [Uomo dell’eterno Dolore]
  5. Fixin’ to Die [Fisso la Morte]
  6. Pretty Peggy-O [Graziosa Peggi-O]
  7. Highway 51 Blues [Blues dell’autostrada 51]
  8. Gospel Plow [Opera Evangelica]
  9. Baby, Let Me Follow You Down [Baby, Fammi Venire con Te]
  10. House of the Risin’ Sun [La Casa del Sole Nascente]
  11. Freight Train Blues [Blues del Treno Merci]
  12. Song to Woody [Canzone per Woody]
  13. See That My Grave Is Kept Clean [Badate che la mia Tomba sia Tenuta Pulita]

(19/03/1962)

Bob Dylan - Bob Dylan

 

 

 

 

THE FREEWHEELIN’

Traduzione Testi dell’album The Freewheelin’ Bob Dylan

The Freewheelin’ Bob Dylan (traducibile come Bob Dylan a ruota libera) è un album del cantante statunitense Bob Dylan, pubblicato nel 1963 dalla Columbia Records; è il secondo album ufficiale (il primo con composizioni interamente sue) del cantautore di Duluth dopo il disco d’esordio che portava il suo nome (Bob Dylan, del 1962, composto da cover di brani traditional del folk statunitense e da un paio di pezzi scritti da lui).

Undici delle tredici canzoni sull’album sono composizioni originali di Dylan. Il disco si apre con Blowin’ in the Wind, che divenne un brano manifesto degli anni sessanta, ed un successo internazionale per il trio folk Peter, Paul and Mary poco tempo dopo la pubblicazione di Freewheelin ‘. Altri brani celeberrimi inclusi nel disco sono: Girl from the North Country, Masters of War, A Hard Rain’s a-Gonna Fall e Don’t Think Twice, It’s All Right. Continua a leggere

Lato 1
  1. Blowin’ in the Wind [Soffia nel Vento]
  2. Girl from the North Country [Ragazza della Terra del Nord]
  3. Masters of War [Signori della Guerra]
  4. Down the Highway [Sull’Autostrada]
  5. Bob Dylan’s Blues [Il Blues di Bob Dylan]
  6. A Hard Rain’s a-Gonna Fall
Lato 2
  1. Don’t Think Twice, It’s All Right
  2. Bob Dylan’s Dream
  3. Oxford Town
  4. Talkin’ World War III Blues
  5. Corrina, Corrina
  6. Honey, Just Allow Me One More Chance
  7. I Shall Be Free

(27/05/1963)

Bob Dylan - The Freewheelin’ Bob Dylan

 
 
 
 
Formazione

Bob Dylan: Voce, Chitarra, Armonica
Bruce Langhorne: Chitarra
Howie Collins: Chitarra
Leonard Gaskin: Contrabbasso
Dick Wellstood: Pianoforte
Herbie Lovelle: Batteria

THE TIMES THEY ARE A-CHANGIN

Traduzione Testi dell’album The Times They Are A-Changin’

The Times They Are a-Changin’ è il terzo album ufficiale della discografia di Bob Dylan. È stato pubblicato nel 1964 (lo stesso anno di uscita di Another Side of Bob Dylan), dopo il long playing di debutto che porta il nome del compositore e musicista (Bob Dylan, distribuito nel 1962) e dopo The Freewheelin’ Bob Dylan, dell’anno successivo.

L’album riporta nelle note di copertina una versione ridotta del poema 11 Outlined Epitaphs.

Questo album, interamente acustico, è considerato da molti cultori della produzione dylaniana un vero e proprio manifesto della canzone politica e di protesta; nei dieci brani che lo compongono, Dylan si scaglia contro la società e, in modo profetico e cadenza quasi biblica, sembra ammonire duramente concetti e filosofie, aspettative e pregiudizi. Continua a leggere

  1. The Times They Are a-Changin’
  2. Ballad of Hollis Brown
  3. With God on Our Side
  4. One Too Many Mornings
  5. North Country Blues
  6. Only a Pawn in Their Game
  7. Boots of Spanish Leather
  8. When the Ship Comes In
  9. The Lonesome Death of Hattie Carroll
  10. Restless Farewell

(13/01/1964)

Bob Dylan - The Times They Are A-Changin

 

 

 

 

ANOTHER SIDE OF BOB DYLAN

Traduzione Testi dell’album Another Side Of Bob Dylan

Another Side of Bob Dylan è il quarto album ufficiale della discografia di Bob Dylan.
Prodotto da Tom Wilson, fu pubblicato nel 1964 e vide per la prima volta il compositore e cantante di Duluth cantare accompagnandosi in alcuni brani al pianoforte.

Alla base di questo disco – anch’esso composto da brani tutti esclusivamente scritti dal cantante – c’è, secondo la ricostruzione fatta dai cultori del fenomeno Dylan, un suo lungo viaggio giovanile in automobile, stile on the road, attraverso gli Stati Uniti d’America.
Il pretesto sarebbe stato fornito da una serie di concerti: in realtà Dylan intendeva conoscere e vedere con i propri occhi (per carpirne gli umori) l’America del suo tempo, quella per la quale avrebbe poi scritto molte canzoni. Continua a leggere

  1. All I Really Want to Do
  2. Black Crow Blues
  3. Spanish Harlem Incident
  4. Chimes of Freedom
  5. I Shall Be Free, No. 10
  6. To Ramona
  7. Motorpsycho Nitemare
  8. My Back Pages
  9. I Don’t Believe You (She Acts Like We Never Have Met)
  10. Ballad in Plain D
  11. It Ain’t Me Babe

(08/08/1964)

Bob Dylan - Another Side of Bob Dylan

 
 
 
 
 

BRINGING IT ALL BACK HOME

Traduzione Testi dell’album Bringing It All Back Home

Bringing It All Back Home (letteralmente, in lingua italiana: “Riportando tutto a casa“) è il quinto album discografico registrato in studio da Bob Dylan. In Europa fu pubblicato anche con il titolo Subterranean Homesick Blues.

Dopo la prima produzione prettamente acustica (se si eccettuano alcune registrazioni di brani pop-rock poi distribuiti in bootleg ed incisi in registrazioni di fortuna con l’ausilio di The Band, all’epoca ancora The Hawks) questo album è il primo di una sorta di trilogia rock costituita, oltre che da questo, dai successivi album Highway 61 Revisited e Blonde on Blonde.

Segna, quindi, di fatto l’inizio della seconda fase di ispirazione dell’artista, proiettato da questo momento in poi verso sonorità prettamente rock. Continua a leggere…

Continua a leggere

  1. Subterranean Homesick Blues
  2. She Belongs to Me
  3. Maggie’s Farm
  4. Love Minus Zero/No Limit
  5. Outlaw Blues
  6. On the Road Again
  7. Bob Dylan’s 115th Dream
  8. Mr. Tambourine Man
  9. Gates of Eden
  10. It’s Alright, Ma (I’m Only Bleeding)
  11. It’s All Over Now, Baby Blue

(22/03/1965)

Bob Dylan - Bringing It All Back Home

 
 
 
 
Formazione

Bob Dylan: Voce, Chitarra, Armonica

HIGHWAY 61 REVISITED

Traduzione Testi dell’album Highway 61 Revisited

Highway 61 Revisited è un album di Bob Dylan pubblicato nel 1965. Cuore della cosiddetta “trilogia elettrica” (iniziata con Bringing It All Back Home e proseguita con Blonde On Blonde), è universalmente considerato uno dei migliori lavori di Dylan, nonché una fondamentale pietra miliare della musica contemporanea.

La classifica dei 500 migliori album di tutti i tempi stilata dalla rivista Rolling Stone colloca questo album al 4º posto.

Highway 61 Revisited fu inciso in soli sei giorni e fu pubblicato nell’agosto del 1965. La Highway 61 è una strada americana che va dal Minnesota (stato di nascita di Dylan) fino alla foce del fiume Mississippi. L’album fu decisamente rivoluzionario, soprattutto per i testi, ma anche per Dylan stesso: segnò finalmente il definitivo passaggio del cantautore alla chitarra elettrica.

Continua a leggere

  1. Like a Rolling Stone
  2. Tombstone Blues
  3. It Takes a Lot to Laugh, It Takes a Train to Cry
  4. From a Buick 6
  5. Ballad of a Thin Man
  6. Queen Jane Approximately
  7. Highway 61 Revisited
  8. Just Like Tom Thumb’s Blues
  9. Desolation Row

(30/08/1965)

Bob Dylan - Highway 61 Revisited

 
 
 
 
Formazione

Bob Dylan: Voce, Chitarra, Armonica
Mike Bloomfield: Chitarra
Charlie McCoy: Chitarra
Harvey Brooks: Basso
Russ Savakus: Basso
Dick Wellstood: Pianoforte
Bobby Gregg: Batteria
Sam Lay: Batteria
Paul Griffin: Tastiere
Al Kooper: Tastiere
Frank Owens: Pianoforte

BLONDE ON BLONDE

Traduzione Testi dell’album Blonde On Blonde

Blonde on Blonde è il settimo album discografico di Bob Dylan pubblicato nel 1966 dalla Columbia Records.

Il disco è ritenuto il primo significativo album doppio della storia del rock, anticipando di un mese Freak Out! di Frank Zappa, e segna il definitivo passaggio dall’era del 45 giri a quella del 33 giri. Viene spesso indicato dalla critica come uno dei più grandi album di tutti i tempi.

Il disco conclude la cosiddetta “trilogia elettrica” di Dylan, cominciata con Bringing It All Back Home e proseguita con Highway 61 Revisited (ambedue del 1965). Le sessioni di registrazione ebbero inizio a New York nell’ottobre del 1965, con la partecipazione di numerosi session men, inclusi i membri della backing band di Dylan dal vivo, i The Hawks (più tardi The Band).

Continua a leggere

  1. Rainy Day Women No. 12 & 35
  2. Pledging My Time
  3. Visions of Johanna
  4. One of Us Must Know (Sooner or Later)
  5. I Want You
  6. Stuck Inside of Mobile with the Memphis Blues Again
  7. Leopard-Skin Pill-Box Hat
  8. Just Like a Woman
  9. Most Likely You Go Your Way (And I’ll Go Mine)
  10. Temporary Like Achilles
  11. Absolutely Sweet Marie
  12. 4th Time Around
  13. Obviously 5 Believers
  14. Sad Eyed Lady of the Lowlands

(16/05/1966)

Bob Dylan - Blonde On Blonde

 
 
 
 
Formazione

Bob Dylan: Voce, Chitarra, Armonica
Robbie Robertson: Chitarra
Rick Danko: Basso, Violino
Charlie McCoy: Basso, Chitarra, Tromba
Garth Hudson: Tastiere
Al Kooper: Tastiere
Frank Owens: Pianoforte
Richard Manuel: Batteria

JOHN WESLEY HARDING

Traduzione Testi dell’album John Wesley Harding

John Wesley Harding è un album di brani originali di Bob Dylan, prodotto da Bob Johnston e distribuito il 27 dicembre 1967 per l’etichetta Columbia Records. Il titolo del disco è ispirato alla figura del leggendario fuorilegge del selvaggio West John Wesley Hardin (1853–1895).

Segnò il ritorno ufficiale di Dylan a un sound acustico e alle radici tradizionali dopo tre album dominati da un sound elettrico e da modelli rock con testi surreali. Molti studiosi, supportati da commenti dello stesso Dylan, attribuiscono tale cambiamento ad un periodo di introspezione dopo il quasi fatale incidente motoclistico in cui fu coinvolto il cantante il 29 luglio 1966 nei pressi della sua casa di Woodstock. Continua a leggere

  1. John Wesley Harding
  2. As I Went Out One Morning
  3. I Dreamed I Saw St. Augustine
  4. All Along the Watchtower
  5. The Ballad of Frankie Lee and Judas Priest
  6. Drifter’s Escape
  7. Dear Landlord
  8. I Am a Lonesome Hobo
  9. I Pity the Poor Immigrant
  10. The Wicked Messenger
  11. Down Along the Cove
  12. I’ll Be Your Baby Tonight

(27/12/1967)

Bob Dylan - John Wesley Harding

 
 
 
 
Formazione

Bob Dylan: Voce, Chitarra, Armonica
Pete Drake: Chitarra
Charlie McCoy: Basso
Kenneth A. Buttrey: Batteria

NASHVILLE SKYLINE

Traduzione Testi dell’album Nashville Skyline

Nashville Skyline è un album del cantautore statunitense Bob Dylan, pubblicato nel 1969 dalla Columbia Records.

Il disco creò grande scalpore all’epoca per le sue sonorità country soft, e per il cantato di Dylan, il quale aveva mutato la sua caratteristica intonazione vocale in una più convenzionale e vellutata voce da “crooner“.

Tutto l’album sembra pervaso da un’atmosfera più commerciale e accessibile rispetto ai passati dischi di Dylan, persino la copertina, che ritrae un Dylan sorridente che saluta l’occasionale ascoltatore togliendosi il cappello, sembra voler dare il benvenuto anche a quella parte di pubblico “mainstream” della quale il “vecchioBob Dylan si era sempre disinteressato. Continua a leggere

  1. Girl from the North Country [Ragazza della Terra del Nord]
  2. Nashville Skyline Rag
  3. To Be Alone with You
  4. I Threw It All Away
  5. Peggy Day
  6. Lay Lady Lay
  7. One More Night
  8. Tell Me That It Isn’t True
  9. Country Pie
  10. Tonight I’ll Be Staying Here With You

(09/04/1969)

Bob Dylan - Nashville Skyline

 
 
 
 
Formazione

Bob Dylan: Voce, Chitarra, Armonica
Johnny Cash: Voce, Chitarra
Charlie McCoy: Chitarra
Pete Drake: Chitarra
Charlie Daniels: Basso
Kenneth A. Buttrey: Batteria
Bob Wilson: Organo, Pianoforte

SELF PORTRAIT

Traduzione Testi dell’album Self Portrait

Self Portrait è un album di Bob Dylan, pubblicato nel 1970 dalla Columbia Records.

Questo album è una delle opere più controverse di Bob Dylan, a giudicare anche dalle infinite (e spesso contraddittorie) interpretazioni che ne sono state fatte.

Persino il suo autore, dopo le pesantissime critiche ricevute (il disco era stato definito, dai più gentili, come un lavoro assolutamente mediocre, dai più schietti, francamente orribile oppure ancora peggio come recita una famosissima recensione della rivista Rolling Stone che inizia con le emblematiche parole: «Cos’è questa merda?!!?» («What is this shit?») , nel giustificare questo suo ibrido folkcountry interminabile, si era appellato ad una intenzionale volontà di “sorprendere”, di “scioccare” i suoi fans, senza peraltro chiarire i dettagli di una simile operazione. Continua a leggere

  1. All the Tired Horses
  2. Alberta #1
  3. I Forgot More Than You’ll Ever Know
  4. Days of ’49
  5. Early Morning Rain
  6. In Search of Little Sadie
  7. Let It Be Me
  8. Little Sadie
  9. Woogie Boogie
  10. Belle Isle
  11. Living the Blues
  12. Like a Rolling Stone
  13. Copper Kettle (The Pale Moonlight)
  14. Gotta Travel On
  15. Blue Moon
  16. The Boxer
  17. Quinn the Eskimo (Mighty Quinn)
  18. Take Me as I Am (Or Let Me Go)
  19. Take a Message to Mary
  20. It Hurts Me Too
  21. Minstrel Boy
  22. She Belongs to Me
  23. Wigwam
  24. Alberta #2

(08/06/1970)

Bob Dylan - Self Portrait

 
 
 
 
Formazione

Bob Dylan: Voce, Chitarra, Armonica

NEW MORNING

Traduzione Testi dell’album New Morning

New Morning è l’undicesimo album di Bob Dylan, pubblicato dalla Columbia Records nel 1970.

Pubblicato solo quattro mesi dopo il controverso Self Portrait, ebbe un’accoglienza migliore da parte dei critici e dei fan. Meglio accolto fu il ritorno di un Dylan più familiare, che da John Wesley Harding aveva iniziato a cantare in modo più morbido. In retrospettiva, l’album rappresenta uno dei suoi successi minori, specialmente in seguito alla pubblicazione di Blood on the Tracks del 1975, spesso visto come un pieno ritorno alla forma degli anni sessanta.

L’album raggiunse la settima posizione nella classifica degli album di Billboard, e permise a Dylan di raggiungere la vetta della classifica inglese per la sesta volta. La canzone che ha avuto commercialmente più successo è If Not for You, rifatta anche da George Harrison. Continua a leggere

  1. If Not for You
  2. Day of the Locusts
  3. Time Passes Slowly
  4. Went to See the Gypsy
  5. Winterlude
  6. If Dogs Run Free
  7. New Morning
  8. Sign on the Window
  9. One More Weekend
  10. The Man in Me
  11. Three Angels
  12. Father of Night

(21/10/1970)

Bob Dylan - New Morning

 
 
 
 
Formazione

Bob Dylan: Voce, Chitarra, Armonica
David Bromberg: Chitarra
Ron Cornelius: Chitarra
Buzzy Feiten: Chitarra
Charlie Daniels: Basso
Russ Kunkel: Batteria

PAT GARRETT & BILLY THE KID

Traduzione Testi dell’album Pat Garrett & Billy the Kid

Pat Garrett e Billy the Kid è il dodicesimo album in studio e la prima colonna sonora del cantautore americano Bob Dylan, pubblicato il 13 luglio 1973 dalla Columbia Records per il film di Sam Peckinpah, Pat Garrett e Billy the Kid. Lo stesso Dylan è apparso nel film con il personaggio “Alias“.

La colonna sonora consisteva principalmente in musica strumentale ed era ispirata al film stesso, e includeva “Knockin ‘su Heaven’s Door“, che divenne un successo Top 20 transatlantico. Certificato un disco d’oro da parte della RIAA, Pat Garrett e Billy the Kid ha raggiunto la posizione numero 16 negli Stati Unuti e la numero 29 nel Regno Unito. Continua a leggere

  1. Main Title Theme (Billy)
  2. Cantina Theme (Workin’ for the Law)
  3. Billy 1
  4. Bunkhouse Theme
  5. River Theme
  6. Turkey Chase
  7. Knockin’ on Heaven’s Door
  8. Final Theme
  9. Billy 4
  10. Billy 7

(13/07/1973)

Bob Dylan - Pat Garrett & Billy the Kid

 
 
 
 
Formazione

Bob Dylan: Voce, Chitarra, Armonica

DYLAN

Traduzione Testi dell’album Dylan

Dylan è il tredicesimo album in studio di Bob Dylan pubblicato nel 1973 dalla Columbia Records. Il disco venne concepito e pubblicato senza l’autorizzazione del cantautore, utilizzando scarti e provini risalenti agli album Self Portrait e New Morning.

L’opera uscì dopo la dipartita dell’artista dalla Columbia per passare alla Asylum Records. Da allora, l’album è stato sempre considerato da critica e fan come una mera speculazione commerciale, o addirittura come una “vendetta” da parte della Columbia verso Dylan, poiché un disco così anomalo veniva a intasare il mercato giusto due mesi prima della pubblicazione del primo disco di Bob Dylan per la Asylum, Planet Waves. Continua a leggere

  1. Lily of the West
  2. Can’t Help Falling in Love
  3. Sarah Jane
  4. The Ballad of Ira Hayes
  5. Mr. Bojangles
  6. Mary Ann
  7. Big Yellow Taxi
  8. A Fool Such as I
  9. Spanish Is the Loving Tongue

(19/11/1973)

Bob Dylan - Dylan

 

 

 

 

PLANET WAVES

Traduzione Testi dell’album Planet Waves

Planet Waves è il quattordicesimo album in studio di Bob Dylan pubblicato nel 1974. Per la prima volta, un album di Dylan non viene prodotto dalla Columbia Records, bensì dalla Asylum Records.

Nel disco Dylan è supportato dai suoi collaboratori di vecchia data della The Band, con i quali intraprese un tour di riunione dopo l’uscita dell’album (come documentato sul disco Before the Flood). Grazie ai concerti del tour (spesso esauriti) e ad una buona campagna promozionale, Planet Waves divenne un buon successo, piazzandosi per quattro settimane al primo posto nella classifica Billboard 200 negli Stati Uniti (la prima volta per Bob Dylan), al quarto in Austria, al quinto in Norvegia e alla posizione numero 7 in Olanda e Gran Bretagna. Continua a leggere

  1. On a Night Like This
  2. Going, Going, Gone
  3. Tough Mama
  4. Hazel
  5. Something There Is About You
  6. Forever Young
  7. Forever Young (Continued)
  8. Dirge
  9. You Angel You
  10. Never Say Goodbye
  11. Wedding Song

(17/01/1974)

Bob Dylan - Planet Waves

 
 
 
 
Formazione

Bob Dylan: Voce, Chitarra, Armonica
Robbie Robertson: Chitarra
Rick Danko: Basso
Garth Hudson: Tastiere
Richard Manuel: Pianoforte
Levon Helm: Batteria

BLOOD ON THE TRACKS

Traduzione Testi dell’album Blood on the Tracks

Blood on the Tracks è un album del cantante statunitense Bob Dylan, pubblicato nel 1975 dalla Columbia Records. L’album raggiunse la prima posizione nella classifica pop di Billboard, in Nuova Zelanda e Canada, la seconda in Norvegia, mentre nella corrispondente classifica inglese raggiunse la quarta posizione e la quinta in Olanda.

Il singolo Tangled Up in Blue si piazzò alla posizione 31 della classifica dei singoli pop. Blood on the Tracks è uno degli album dell’artista ad avere realizzato le maggiori vendite. Ha infatti guadagnato un disco d’oro (12 febbraio 1975) e 2 di platino.

È inoltre presente nella lista dei 500 migliori album secondo Rolling Stone alla posizione 16, e nella classifica dei 100 migliori album della rivista Q, alla posizione 23. Continua a leggere

  1. Tangled Up in Blue
  2. Simple Twist of Fate
  3. You’re a Big Girl Now
  4. Idiot Wind
  5. You’re Gonna Make Me Lonesome When You Go
  6. Meet Me in the Morning
  7. Lily, Rosemary and the Jack of Hearts
  8. If You See Her Say Hello
  9. Shelter from the Storm
  10. Buckets of Rain

(20/01/1975)

Bob Dylan - Blood on the Tracks

 
 
 
 
Formazione

Bob Dylan: Voce, Chitarra, Armonica

THE BASEMENT TAPES

Traduzione Testi dell’album The Basement Tapes

The Basement Tapes è un album di Bob Dylan e The Band pubblicato dalla Columbia Records nel 1975.

Tutte le sedici canzoni scritte da Dylan sono state probabilmente registrate nel 1967 nella cantina (basement in inglese) della Big Pink, una grande casa rosa a Woodstock di proprietà di tre membri di The Band, anche se vennero aggiunte alcune sovraincisioni nel 1975.

Queste sessioni furono fondamentali sia per John Wesley Harding (1967) di Bob Dylan che per Music from Big Pink (1968) di The Band. John Wesley Harding venne accolto dai critici come la dipartita dal rock surrealista della metà degli anni sessanta ed ebbe un buon successo di pubblico, anche se con critiche contrastanti. Music From a Big Pink influenzò molti musicisti contemporanei, allontanandosi dalla musica psichedelica che raggiunse il suo apice nel 1967, verso una musica folk influenzata dal country. Continua a leggere

  1. Odds and Ends
  2. Orange Juice Blues
  3. Million Dollar Bash
  4. Yazoo Street Scandal
  5. Goin’ to Acapulco
  6. Katie’s Been Gone
  7. Lo and Behold!
  8. Bessie Smith
  9. Clothesline Saga
  10. Apple Suckling Tree
  11. Please, Mrs. Henry
  12. Tears of Rage
  13. Too Much of Nothing
  14. Yea! Heavy and a Bottle of Bread
  15. Ain’t No More Cane
  16. Crash on the Levee
  17. Ruben Remus
  18. Tiny Montgomery
  19. You Ain’t Going Nowhere
  20. Don’t Ya Tell Henry
  21. Nothing Was Delivered
  22. Open the Door, Homer
  23. Long Distance Operator
  24. This Wheel’s on Fire

(26/06/1975)

Bob Dylan - The Basement Tapes

 
 
 
 
Formazione

Bob Dylan: Voce, Chitarra, Armonica
Robbie Robertson: Chitarra
Rick Danko: Basso
Garth Hudson: Tastiere
Richard Manuel: Pianoforte
Levon Helm: Batteria

DESIRE

Traduzione Testi dell’album Desire

Desire è il diciassettesimo album del cantautore statunitense Bob Dylan. È stato pubblicato dalla Columbia Records il 5 gennaio 1976.

Molti dei musicisti coi quali Dylan collabora hanno preso parte alla Rolling Thunder Revue. I testi furono scritti in collaborazione con Jacques Levy (1935-2004), eccetto One More Cup of Coffee (Valley Below) e Sara, brano che Dylan dedicò alla moglie, Sara Lownds, in un estremo tentativo di riconciliazione in un momento in cui il loro matrimonio era in profonda crisi.

Due canzoni presenti nell’album destarono molte critiche: Joey, che racconta la vita del gangster Joseph “Crazy Joe” Gallo, facendo di lui una figura romantica, e Hurricane, sul pugile Rubin “Hurricane” Carter, accusato ingiustamente di omicidio, che in quel momento si trovava ancora in carcere. Continua a leggere

  1. Hurricane
  2. Isis
  3. Mozambique
  4. One More Cup of Coffee
  5. Oh, Sister
  6. Joey
  7. Romance in Durango
  8. Black Diamond Bay
  9. Sara

(05/01/1976)

Bob Dylan - Desire

 

 

 

 

STREET LEGAL

Traduzione Testi dell’album Street Legal

Street Legal è un album di Bob Dylan pubblicato nel 1978 dalla Columbia Records.

Il disco fu un deciso cambio di rotta musicale per Dylan, che utilizzò arrangiamenti maggiormente pop-rock, si avvalse della collaborazione di un nutrito gruppo di coriste, e virò decisamente verso la black music.

Sin dal titolo, Street Legal è una dichiarazione di intenti: le “street illegal” erano negli anni cinquanta, delle macchinette per il gioco d’azzardo, ma lo “street legal“, nel linguaggio di strada, stava a significare un “tipo giusto“, un “figo“, un “dritto“. Inoltre “Street legal” sono anche i motori delle macchine truccati per avere prestazioni migliori, che, dopo aver superato il controllo della sicurezza stradale, diventano leciti e legali. Continua a leggere

  1. Changing of the Guards
  2. New Pony
  3. No Time to Think
  4. Baby, Stop Crying
  5. Is Your Love in Vain?
  6. Señor (Tales of Yankee Power)
  7. True Love Tends to Forget
  8. We Better Talk This Over
  9. Where Are You Tonight?

(15/06/1978)

Bob Dylan - Street Legal

 

 

 

 

SLOW TRAIN COMING

Traduzione Testi dell’album Slow Train Coming

Slow Train Coming è il diciannovesimo album in studio di Bob Dylan, pubblicato nel 1979 dalla Columbia Records.

È stato il primo lavoro dell’artista successivo alla sua conversione alla religione cristiana, e tutte le canzoni esprimono la sua forte fede personale, o testimoniano l’importanza degli insegnamenti e della filosofia Cristiana. La natura evangelica del disco alienò molti dei fan di Dylan esistenti; allo stesso tempo, molti Cristiani divennero suoi fan.

L’album ebbe un buon successo, e il singolo Gotta Serve Somebody divenne la sua prima hit dopo tre anni, consentendo a Dylan di vincere il Grammy per la migliore performance vocale rock maschile nel 1980. L’album raggiunse la posizione numero 2 nelle classifiche del Regno Unito e divenne disco di platino negli Stati Uniti, dove raggiunse la posizione numero 3. Continua a leggere

  1. Gotta Serve Somebody
  2. Precious Angel
  3. I Believe in You
  4. Slow Train
  5. Gonna Change My Way of Thinking
  6. Do Right to Me Baby (Do Unto Others)
  7. When You Gonna Wake Up
  8. Man Gave Names to All the Animals
  9. When He Returns

(20/08/1979)

Bob Dylan - Slow Train Coming

 

 

 

 

SAVED

Traduzione Testi dell’album Saved

Saved è il ventesimo album in studio di Bob Dylan, pubblicato dalla Columbia Records il 23 giugno 1980.

Saved è il secondo album di Dylan pubblicato dopo la sua conversione alla religione cristiana, (dopo il buon successo di Slow Train Coming nel 1979), e rappresenta il capitolo centrale e più ortodosso della sua cosiddetta “trilogia religiosa”. Ogni canzone dell’album riguarda la sua forte fede personale in Dio e presenta significative influenze gospel; al contrario del suo predecessore, molte critiche colpirono Saved per le sue canzoni dogmatiche e per gli arrangiamenti ritenuti troppo ampollosi. Mentre nel Regno Unito il disco ottenne un buon numero 3 in classifica, negli Stati Uniti raggiunse soltanto la posizione numero 24 durante una breve permanenza in classifica e non divenne mai disco d’oro. Continua a leggere

  1. A Satisfied Mind
  2. Saved
  3. Covenant Woman
  4. What Can I Do for You?
  5. Solid Rock
  6. Pressing On
  7. In the Garden
  8. Saving Grace
  9. Are You Ready?

(23/06/1980)

Bob Dylan - Saved

 

 

 

 

SHOT OF LOVE

Traduzione Testi dell’album Shot of Love

Shot of Love è il ventunesimo album in studio di Bob Dylan, pubblicato dalla Columbia Records nel 1981.

È generalmente considerato l’ultimo album di Dylan a carattere apertamente religioso. Inoltre, è stato il primo inciso durante il suo periodo di conversione al Cristianesimo a concentrarsi su temi contemporanei, dalle canzoni d’amore a un’ode al deceduto comico Lenny Bruce. Gli arrangiamenti sono più radicati nel rock and roll e meno nel gospel rispetto ai due precedenti album di Dylan.

All’epoca della sua pubblicazione, Shot of Love ricevette critiche contrastanti; Paul Nelson di Rolling Stone, in particolare, criticò selvaggiamente l’album, ad eccezione dell’ultima traccia, Every Grain of Sand. Il disco, nonostante raggiungesse la posizione numero 6 nel Regno Unito, continuò il declino commerciale di Dylan negli Stati Uniti, raggiungendo solamente la posizione numero 33 durante una breve permanenza in classifica. Al contrario, Bono della band irlandese degli U2 descrisse Shot of Love come uno dei suoi album preferiti, particolarmente per l’abilità nel canto di Dylan. Continua a leggere… Continua a leggere

  1. Shot of Love
  2. Heart of Mine
  3. Property of Jesus
  4. Lenny Bruce
  5. Watered Down Love
  6. The Groom’s Still Waiting at the Altar
  7. Dead Man, Dead Man
  8. In the Summertime
  9. Trouble
  10. Every Grain of Sand

(10/08/1981)

Bob Dylan - Shot of Love

 

 

 

 

INFIDELS

Traduzione Testi dell’album Infidels

Infidels è il ventiduesimo album in studio di Bob Dylan, pubblicato nel 1983 dalla Columbia Records.

Prodotto da Mark Knopfler e Dylan stesso, Infidels è visto come il suo ritorno alla musica laica, dopo la conversione al Cristianesimo e tre album evangelici e Gospel. Sebbene Dylan non abbia mai pubblicamente rinunciato alla sua fede o abbandonato la sua immagine religiosa, Infidels ottenne molta attenzione per il fatto di concentrarsi su temi più personali come l’amore e l’abbandono, in aggiunta a un’analisi dell’ambiente e della geopolitica.

L’album andò abbastanza bene anche da un punto di vista commerciale, raggiungendo la posizione numero 20 negli Stati Uniti, e ottenendo un disco d’oro, e la posizione numero 9 in classifica nel Regno Unito. Continua a leggere

  1. Jokerman
  2. Sweetheart Like You
  3. Neighborhood Bully
  4. License to Kill
  5. Man of Peace
  6. Union Sundown
  7. I and I
  8. Don’t Fall Apart on Me Tonight

(27/10/1983)

Bob Dylan - Infidels

 
 
 
 
Formazione

Bob Dylan: Voce, Chitarra, Armonica
Mick Taylor: Chitarra
Mark Knopfler: Chitarra
Robbie Shakespeare: Basso
Alan Clark: Tastiere
Sly Dunbar: Batteria

BIOGRAPH

Traduzione Testi dell’album The Eyes of Biograph

Biograph è una raccolta di Bob Dylan pubblicata il 7 novembre 1985. L’album ripercorre la carriera di Dylan dagli esordi nel 1961 all’album Shot of Love del 1981. È stata pubblicata dalla Columbia Records e rappresenta uno dei primi esempi di box set e fu un successo commerciale. Raggiunse il trentatreesimo posto nella classifica di Billboard, diventando disco di platino.

Le registrazioni di Biograph sono un mix di rarità e canzoni di successo e non sono raccolte in ordine cronologico. Delle cinquantatré tracce ventidue non erano mai state incluse in un album di Dylan, inclusa Lay Down Your Tune, che chiude il documentario di Martin Scorsese No Direction Home: Bob Dylan, e Can You Pleas Crawl Out Your Window?.

L’album è corredato da un libretto di quarantadue pagine contenente foto rare e note di Cameron Crowe.

  1. Baby, I’m in the Mood for You
  2. Percy’s Song
  3. Lay Down Your Weary Tune
  4. Mixed-Up Confusion
  5. Can You Please Crawl Out Your Window?
  6. Positively 4th Street
  7. Jet Pilot
  8. I’ll Keep It with Mine
  9. I Wanna Be Your Lover
  10. Abandoned Love
  11. Up to Me
  12. Caribbean Wind
  13. Romance in Durango
  14. Heart of Mine
  15. I Don’t Believe You (She Acts Like We Never Have Met)
  16. Visions of Johanna
  17. Quinn the Eskimo (The Mighty Quinn)
  18. You’re a Big Girl Now
  19. It’s All Over Now, Baby Blue
  20. Isis
  21. Baby, I’m in the Mood for You
  22. Forever Young

(07/11/1985)

Bob dylan - Biograph

 

 

 

 

EMPIRE BURLESQUE

Traduzione Testi dell’album Empire Burlesque

Empire Burlesque è il ventitreesimo album in studio del cantautore americano Bob Dylan, pubblicato il 10 giugno 1985 su Columbia Records. Autoprodotto, l’album ha raggiunto la posizione numero 33 negli Stati Uniti e la numero 11 nel Regno.

Unito.Accompagnato da più musicisti – inclusi i membri di Tom Petty e Heartbreakers, Mike Campbell, Benmont Tench e Howie Epstein – l’album ha una distinta estetica “stile anni ’80“.Fan e critici continuano a discutere i meriti dell’album, specialmente se confrontati con la sua produzione degli anni ’60 e ’70.

Prima di intraprendere un tour europeo nell’estate del 1984, Dylan aveva passato una notevole quantità di tempo a registrare demo di nuove canzoni nella sua casa di Malibu, accompagnate a volte da altri musicisti. Continua a leggere

  1. Tight Connection to My Heart (Has Anybody Seen My Love)
  2. Seeing the Real You at Last
  3. I’ll Remember You
  4. Clean Cut Kid
  5. Never Gonna Be the Same Again
  6. Trust Yourself
  7. Emotionally Yours
  8. When the Night Comes Falling from the Sky
  9. Something’s Burning, Baby
  10. Dark Eyes

(10/06/1985)

Bob dylan - Empire Burlesque

 

 

 

 

KNOCKED OUT LOADED

Traduzione Testi dell’album Knocked Out Loaded

Knocked Out Loaded è il ventiquattresimo album in studio del cantautore Bob Dylan, pubblicato dalla Columbia Records nel luglio 1986. L’album è stato accolto male dopo la pubblicazione, ed è ancora considerato da alcuni critici come uno degli album di Dylan meno accattivanti.

L’album contiene tre cover, tre collaborazioni con altri cantautori, e due composizioni di Dylan stesso. La maggior parte dell’album è stata registrata nella primavera del 1986 (diverse tracce sono costruite su tracce strumentali delle sessioni del 1985), ma una traccia, Got My Mind Made Up, da quanto è stato riferito è stata registrata durante un giorno di pausa nel tour True Confessions di Dylan e Tom Petty, nel mese di giugno. Un brano, Maybe Someday, parafrasa un verso della poesia di Thomas Eliot Il viaggio dei Magi: “And the cities hostile and the towns unfriendly” diventa in Dylan “Through hostile cities and unfriendly towns“.

  1. You Wanna Ramble
  2. They Killed Him
  3. Driftin’ Too Far From Shore
  4. Precious Memories
  5. Maybe Someday
  6. Brownsville Girl
  7. Got My Mind Made Up
  8. Under Your Spell

(14/07/1986)

Bob dylan - Knocked Out Loaded

 

 

 

 

DOWN IN THE GROOVE

Traduzione Testi dell’album Down in the Groove

Down in the Groove è il venticinquesimo album in studio del cantautore americano Bob Dylan, pubblicato il 30 maggio 1988 dalla Columbia Records.

Questo è stato il secondo album consecutivo di Dylan a ricevere recensioni negative quasi unanime. Rilasciato durante un periodo in cui la sua carriera discografica stava subendo un crollo, le vendite sono state deludenti, raggiunse solo la posizione numero 61 negli Stati Uniti e la numero 32 nel Regno Unito.

“Per gli standard di Dylan, questo album ha avuto una nascita strana e difficile”, ha scritto il critico di Rolling Stone David Fricke. “La sua uscita è stata posticipata di oltre mezzo anno, e la lista dei brani è stata modificata almeno tre volte. Se i crediti dei musicisti sono indicativi, le canzoni che hanno prodotto il taglio finale provengono da una mezza dozzina di sessioni di registrazione distribuite su sei anni.” Come il suo predecessore Knocked Out Loaded, Dylan ha usato ancora una volta più collaboratori del normale.

  1. Let’s Stick Together
  2. When Did You Leave Heaven?
  3. Sally Sue Brown
  4. Death Is Not The End
  5. Had a Dream About You, Baby
  6. Ugliest Girl In The World
  7. Silvio
  8. Ninety Miles An Hour
  9. Shenandoah
  10. Rank Strangers To Me

(30/05/1988)

Bob dylan - Down in the Groove

 

 

 

 

OH MERCY

Traduzione Testi dell’album Oh Mercy

Oh Mercy è il ventiseiesimo album in studio di Bob Dylan, pubblicato dalla Columbia Records il 18 settembre 1989.

Prodotto da Daniel Lanois (la cui influenza è avvertibile in particolare in alcune tracce dalle sonorità vagamente cajun e nelle atmosfere rarefatte in cui sono immersi molti brani), il disco fu ampiamente lodato sia dalla critica che dal pubblico. In molti lo considerano il suo capolavoro del decennio e l’atteso rilancio del suo genio incostante, dopo un lungo periodo di stallo creativo e di album di bassa fattura artistica.

Si piazzò al 30º posto in classifica negli USA e al 6° nel Regno Unito.

  1. Political World
  2. Where Teardrops Fall
  3. Everything Is Broken
  4. Ring Them Bells
  5. Man in the Long Black Coat
  6. Most of the Time
  7. What Good Am I?
  8. Disease of Conceit
  9. What Was It You Wanted
  10. Shooting Star

(18/09/1989)

Bob dylan - Oh Mercy

 

 

 

 

UNDER THE RED SKY

Traduzione Testi dell’album Under the Red Sky

Under the Red Sky è il ventisettesimo album in studio di Bob Dylan, pubblicato dalla Columbia Records il 10 settembre del 1990

L’album è generalmente considerato un deludente seguito di Oh Mercy, pubblicato l’anno precedente con successo di pubblico e critica.

Gran parte delle critiche furono diretta al produttore pop Don Was, che diede all’album un suono disinvolto, così come alle tracce che sembravano richiamare le filastrocche per bambini. Tra i molti musicisti che collaborarono all’album vi furono: Jimmie Vaughan, Slash, Elton John, George Harrison, David Crosby, Stevie Ray Vaughan e Bruce Hornsby.

L’album è dedicato a Gabby Goo Goo, il soprannome che Dylan diede alla figlia di quattro anni. Continua a leggere

  1. Wiggle Wiggle
  2. Under the Red Sky
  3. Unbelievable
  4. Born in Time
  5. T.V. Talkin’ Song
  6. 10,000 Men
  7. 2 X 2
  8. God Knows
  9. Handy Dandy
  10. Cat’s in the Well

(10/09/1990)

Bob dylan - Under the Red Sky

 

 

 

 

THE BOOTLEG SERIES VOLUMES 1-3

Traduzione Testi dell’album The Bootleg Series Volumes 1–3

The Bootleg Series Volumes 1–3 (Rare & Unreleased) 1961–1991 è un cofanetto raccolta di inediti e versioni alternative di canzoni di Bob Dylan. Pubblicato nel 1991 per soddisfare l’enorme richiesta da parte dei fan di materiale inedito di Dylan, già apparso in passato in numerosi bootleg non ufficiali, contiene rarità e lavori totalmente inediti del periodo 1962 – 1989.

The Bootleg Series Volumes 1–3 (Rare & Unreleased) 1961–1991 divenne disco d’oro negli Stati Uniti, raggiungendo la posizione numero 49 in classifica, e raggiunse la posizione numero 32 in Gran Bretagna.

  1. Hard Times In New York Town
  2. He Was A Friend Of Mine
  3. No More Auction Block
  4. House Carpenter
  5. Talkin’ Hava Negeilah Blues
  6. Talkin’ Bear Mountain Picnic Massacre Blues
  7. Let Me Die In My Footsteps
  8. Rambling Gambling Willie
  9. Man On The Street
  10. Walkin’ Down The Line
  11. Quit Your Low Down Ways
  12. Worried Blues
  13. Kingsport Town
  14. Walls Of Red Wing
  15. Paths Of Victory
  16. Talkin’ John Birch Paranoid Blues
  17. Who Killed Davey Moore?
  18. Only A Hobo
  19. Moonshiner
  20. Seven Curses
  21. Eternal Circle
  22. Farewell Angelina
  23. Sitting On A Barbed Wire Fence
  24. She’s Your Lover Now
  25. Mama You Been On My Mind
  26. If You Gotta Go Go Now
  27. Santa-Fe
  28. Wallflower
  29. Nobody ‘Cept You
  30. Catfish
  31. Call Letter Blues
  32. Seven Days
  33. Golden Loom
  34. Angelina
  35. Ye Shall Be Changed
  36. Tell Me
  37. Lord, Protect My Child
  38. Foot Of Pride
  39. Blind Willie Mc Tell
  40. Someone’s Got A Hold On My Heart
  41. You Changed My Life
  42. Series Of Dreams

(26/03/1991)

Bob dylan - The Bootleg Series Volumes 1-3

 

 

 

 

GOOD AS I BEEN TO YOU

Traduzione Testi dell’album Good as I Been to You

Good as I Been to You è il ventottesimo album in studio del cantautore Bob Dylan, pubblicato dalla Columbia Records nel novembre del 1992.

È composto unicamente da reinterpretazioni di canzoni folk tradizionali e da cover, ed è il primo disco di Dylan registrato in maniera completamente acustica sin dai tempi di Another Side of Bob Dylan del 1964. Inoltre è il primo album di Bob Dylan a non contenere composizioni originali.

Good as I Been to You raggiunse la posizione numero 51 in classifica negli Stati Uniti e la 18esima posizione in Gran Bretagna, ricevendo recensioni generalmente abbastanza positive che aiutarono Dylan a recuperare parte del suo prestigio presso la critica dopo il controverso fallimento di Under the Red Sky.

  1. Frankie & Albert
  2. Jim Jones
  3. Blackjack Davey
  4. Canadee-i-o
  5. Sittin’ on Top of the World
  6. Little Maggie
  7. Hard Times
  8. Step It Up and Go
  9. Tomorrow Night
  10. Arthur McBride
  11. You’re Gonna Quit Me
  12. Diamond Joe
  13. Froggie Went A-Courtin’

(03/11/1992)

Bob dylan - Good as I Been to You

 

 

 

 

WORLD GAME WRONG

Traduzione Testi dell’album World Gone Wrong

World Gone Wrong è il ventinovesimo album in studio del cantautore Bob Dylan, pubblicato dalla Columbia Records nell’ottobre del 1993.

È il secondo disco consecutivo di Dylan interamente costituito da cover di canzoni folk tradizionali, eseguite con il solo accompagnamento di chitarra acustica e armonica a bocca. Le tematiche trattate nelle canzoni sono generalmente più tetre e pessimistiche rispetto ai brani del precedente Good as I Been to You.

L’album ricevette recensioni buone anche se non entusiastiche. Nonostante l’assegnazione di un premio Grammy come Best Traditional Folk Album, il disco raggiunse solo la posizione numero 70 in classifica negli Stati Uniti, e la posizione numero 35 in Gran Bretagna.

  1. World Gone Wrong
  2. Love Henry
  3. Ragged & Dirty
  4. Blood in My Eyes
  5. Broke Down Engine
  6. Delia
  7. Stack a Lee
  8. Two Soldiers
  9. Jack-A-Roe
  10. Lone Pilgrim

(26/10/1993)

Bob dylan - World Gone Wrong

 

 

 

 

TIME OUT OF MIND

Traduzione Testi dell’album Time Out of Mind

Time Out of Mind è il trentesimo album in studio di Bob Dylan, pubblicato nel 1997 dalla Columbia Records.

L’album è considerato sia dai fan che dai critici come il ritorno artistico di Dylan ad alti livelli dopo gli scarsi successi degli anni ottanta ed è il primo album di inediti dopo Under the Red Sky, pubblicato sette anni prima. Time Out of Mind ha vinto tre Grammy Award per miglior album folk contemporaneo, miglior performance vocale (Cold Irons Bound) e album dell’anno, riconoscimento quest’ultimo che ebbe anche dalla rivista Uncut, mentre nel 2003 è stato classificato al 408º posto nella lista dei 500 migliori album dalla rivista Rolling Stone.

L’album ha un’atmosfera particolare grazie al produttore e collaboratore di Bob Dylan Daniel Lanois, il cui lavoro innovativo nel posizionamento dei microfoni e nel missaggio sono descritti da Dylan stesso nel primo volume della sua autobiografia. Continua a leggere…

  1. Love Sick
  2. Dirt Road Blues
  3. Standing in the Doorway
  4. Million Miles
  5. Tryin’ to Get to Heaven
  6. ‘Til I Fell in Love with You
  7. Not Dark Yet
  8. Cold Irons Bound
  9. Make You Feel My Love
  10. Can’t Wait
  11. Highlands

(30/09/1997)

Bob dylan - Time Out of Mind

 

 

 

 

“LOVE AND THEFT”

Traduzione Testi dell’album “Love and Theft”

“Love and Theft” è il trentunesimo album in studio del cantautore statunitense Bob Dylan, venne pubblicato dalla Columbia Records l’11 settembre del 2001.

L’album continua il periodo di rinascita artistica di Dylan iniziato nel 1997 con il disco Time Out of Mind, e ricevette recensioni ancora più entusiaste da parte di quasi tutta la critica musicale. È il primo lavoro prodotto dallo stesso Bob Dylan utilizzando lo pseudonimo “Jack Frost” che in seguito utilizzerà anche per i dischi seguenti.

Il disco è stato certificato disco d’oro e ha raggiunto la posizione numero 5 in classifica negli Stati Uniti e la posizione numero 3 nel Regno Unito. Dylan vinse anche un premio Grammy nel 2002 per Love and Theft, giudicato miglior album di musica Folk tradizionale dell’anno. Continua a leggere

  1. Tweedle Dee & Tweedle Dum
  2. Mississippi
  3. Summer Days
  4. Bye and Bye
  5. Lonesome Day Blues
  6. Floater (Too Much to Ask)
  7. High Water
  8. Moonlight
  9. Honest with Me
  10. Po’ Boy
  11. Cry a While
  12. Sugar Baby

(11/09/2001)

Bob dylan - Love and Theft

 

 

 

 

MODERN TIMES

Traduzione Testi dell’album Modern Times

Modern Times è il trentaduesimo album in studio di Bob Dylan, pubblicato dalla Columbia Records nell’agosto del 2006.

L’album prosegue la tendenza verso il blues, rockabilly e vecchie ballate che hanno caratterizzato i due album precedenti, Time Out of Mind e “Love and Theft”, ed è stato autoprodotto da Dylan con lo pseudonimo di Jack Frost.

Insieme al successo, l’album ha suscitato un certo dibattito sull’utilizzo inaccreditato di ritornelli ed arrangiamenti di vecchie canzoni, così come molti versi tratti dalle opere del poeta Henry Timrod. Continua a leggere

  1. Thunder on the Mountain
  2. Spirit on the Water
  3. Rollin’ and Tumblin’
  4. When the Deal Goes Down
  5. Someday Baby
  6. Workingman’s Blues #2
  7. Beyond the Horizon
  8. Nettie Moore
  9. The Levee’s Gonna Break
  10. Ain’t Talkin’

(29/08/2006)

Bob dylan - Modern Times

 

 

 

 

TOGETHER THROUGH LIFE

Traduzione Testi dell’album Together Through Life

Together Through Life è il 33° studio album del cantautore e chitarrista Bob Dylan. È stato pubblicato il 28 aprile 2009 alla Columbia Records.

La pubblicazione dell’album è stata anticipata dal magazine americano Rolling Stone, senza che fosse stata fatta alcuna pubblicità, il 16 marzo 2009, e cioè meno di due mesi prima della pubblicazione del disco.

Dylan è il produttore del disco sotto lo pseudonimo di Jack Frost, usato anche negli ultimi due album.

Secondo i crediti che accompagnano l’album, Dylan è tornato a incidere con la sua regolare tour-band, rafforzata da David Hidalgo dei Los Lobos e Mike Campbell, già in forza alla band di Tom Petty and The Heartbreakers. Continua a leggere

  1. Beyond Here Lies Nothin’
  2. Life is Hard
  3. My Wife’s Home Town
  4. If You Ever Go To Houston
  5. Forgetful Heart
  6. Jolene
  7. This Dream of You
  8. Shake Shake Mama
  9. I Feel A Change Comin’ On
  10. It’s All Good

(28/04/2009)

Bob dylan - Together Through Life

 

 

 

 

CHRISTMAS IN THE HEART

Traduzione Testi dell’album Christmas in the Heart

Christmas in the Heart è un album discografico di Bob Dylan. Messo in commercio dalla casa discografica Columbia Records il 13 ottobre 2009 è il trentaquattresimo disco registrato in studio (il quarantasettesimo in assoluto) dal cantautore statunitense.

L’album si compone di quindici tracce, tutte costituite da cover (vere e proprie reinterpretazioni) di brani classici dedicati al Natale e appartenenti alla tradizione, qui eseguiti da Dylan con impostazione baritonale ed influssi di musica blues, folk music, ritmiche tex-mex di cultura cajun e country music di fattura hillbilly.

  1. Here Comes Santa Claus
  2. Do You Hear What I Hear?
  3. Winter Wonderland
  4. Hark The Herald Angels Sing
  5. I’ll Be Home for Christmas
  6. Little Drummer Boy
  7. The Christmas Blues
  8. Adeste fideles – O’ Come All Ye Faithful
  9. Have Yourself a Merry Little Christmas
  10. Must Be Santa
  11. Silver Bells
  12. The First Noel
  13. Christmas Island
  14. The Christmas Song
  15. O Little Town of Bethlehem

(13/10/2009)

Bob dylan - Christmas in the Heart

 

 

 

 

TEMPEST

Traduzione Testi dell’album Tempest

Tempest è il trentacinquesimo album in studio del cantautore statunitense Bob Dylan, pubblicato dalla Columbia Records tra il 10 settembre e l’11 settembre 2012.

Prodotto dallo stesso Dylan con lo pseudonimo di Jack Frost, già utilizzato nei precedenti album (Love and Theft, Modern Times, Together Through Life), Tempest è stato annunciato il 27 luglio 2012 tramite un comunicato sul sito ufficiale del cantautore.

La title track Tempest è una lunga ballata – quasi quattordici minuti – sulla storia e l’affondamento del Titanic, contenente riferimenti al film del 1997 di James Cameron; Roll on John, traccia conclusiva dell’album, è un tributo all’amico John Lennon.

  1. Duquesne Whistle
  2. Soon After Midnight
  3. Narrow Way
  4. Long and Wasted Years
  5. Pay in Blood
  6. Scarlet Town
  7. Early Roman Kings
  8. Tin Angel
  9. Tempest
  10. Roll on John

(10/09/2012)

Bob dylan - Tempest

 

 

 

 

SHADOWS IN THE NIGHT

Traduzione Testi dell’album Shadows in the Night

Shadows in the Night è il trentaseiesimo album in studio del cantautore statunitense Bob Dylan, pubblicato nel febbraio 2015 dalla Columbia Records.

Si tratta di un album di cover composto da 10 canzoni del cosiddetto “standard pop”, portate al successo da Frank Sinatra.

  1. I’m a Fool to Want You
  2. The Night We Called It a Day
  3. Stay with Me
  4. Autumn Leaves
  5. Why Try to Change Me Now
  6. Some Enchanted Evening
  7. Full Moon and Empty Arms
  8. Where Are You?
  9. What’ll I Do
  10. That Lucky Old Sun

(03/02/2015)

Bob dylan - Shadows in the Night

 

 

 

 

FALLEN ANGELS

Traduzione Testi dell’album Fallen Angels

Fallen Angels è il 37 ° album in studio di Bob Dylan, pubblicato dalla Columbia Records il 20 maggio 2016.

L’album consiste in versioni cover di dodici classici brani americani scelti da Dylan da una vasta gamma di scrittori come Johnny Mercer, Harold Arlen, Sammy Cahn e Carolyn Leigh. Proprio come il predecessore dell’album, Shadows in the Night, ogni canzone dell’album, ad eccezione di “Skylark“, è stata registrata una volta da Frank Sinatra.

L’album ha ricevuto recensioni generalmente favorevoli dalla critica, con particolare apprezzamento per la performance vocale, la qualità della produzione e gli arrangiamenti della sua band di Dylan. Continua a leggere

  1. Young at Heart
  2. Maybe You’ll Be There
  3. Polka Dots and Moonbeams
  4. All the Way
  5. Skylark
  6. Nevertheless
  7. All or Nothing at All
  8. On a Little Street in Singapore
  9. It Had to Be You
  10. Melancholy Mood
  11. That Old Black Magic
  12. Come Rain or Come Shine

(20/05/2016)

Bob dylan - Fallen Angels

 

 

 

 

TRIPLICATE

Traduzione Testi dell’album Triplicate

Triplicate è il 38 ° album in studio di Bob Dylan, pubblicato dalla Columbia Records il 31 marzo 2017.

Come i precedenti due album in studio di Dylan, presenta cover di classici brani americani. L’album è il primo album di tre dischi di Dylan, con trenta canzoni in tutti e tre i suoi dischi, ciascuno dei quali è stato singolarmente intitolato e presentato in una sequenza di 10 brani tematicamente organizzata. In riferimento all’album, Dylan ha dichiarato:

“Sto trovando queste grandi canzoni come un’enorme fonte di ispirazione che mi ha portato a uno dei periodi più soddisfacenti in studio: ho trovato nuovi modi per scoprire e interpretare queste canzoni che sono perfettamente in linea con i migliori registrazioni delle mie canzoni, e della mia band e mi è sembrato davvero di arrivare a tutti i livelli con Triplicate.

Disco 1 – ‘Til the Sun Goes Down
  1. I Guess I’ll Have to Change My Plan
  2. The September of My Years
  3. I Could Have Told You
  4. Once Upon a Time
  5. Stormy Weather
  6. This Nearly Was Mine
  7. That Old Feeling
  8. It Gets Lonely Early
  9. My One and Only Love
  10. Trade Winds
Disco 2 – Devil Dolls
  1. Braggin’
  2. As Time Goes By
  3. Imagination
  4. How Deep Is the Ocean?
  5. P.S. I Love You
  6. The Best Is Yet to Come
  7. But Beautiful
  8. Here’s That Rainy Day
  9. Where Is the One?
  10. There’s a Flaw in My Flue
Disco 3 – Comin’ Home Late
  1. Day In, Day Out
  2. I Couldn’t Sleep a Wink Last Night
  3. Sentimental Journey
  4. Somewhere Along the Way
  5. When the World Was Young
  6. These Foolish Things
  7. You Go to My Head
  8. Stardust
  9. It’s Funny to Everyone But Me
  10. Why Was I Born?

(31/03/2017)

Bob dylan - Triplicate

 

 

 

 

SINGOLI

Traduzione Testi Singoli

  1. George Jackson
  2. Rita May
  3. Trouble in Mind
  4. Things have changed

 

INEDITI

Traduzione Testi Inediti

  1. Guess I’m doin’ fine
  2. Standing on the highway
  3. Poor boy blues
  4. Ballad for a friend
  5. The death of emmett till
  6. Long ago far away
  7. Ain’t a-gonna grieve
  8. Gipsy Lou
  9. Long time gone
  10. Train a-travelin’
  11. Ballad of Donald white
  12. I’d hate to be you on that dredful day
  13. Hero blues
  14. Bob Dylan’s new orleans rag
  15. All over you
  16. Farewell
  17. Whatcha gonna do
  18. Dusty old fairgrounds
  19. Denise
  20. Playboys and playgirls
  21. California
  22. Love is Just a Four-letter word
  23. Wanted man
  24. I’d have you ani time
  25. Sign on the cross
  26. Silent weekend
  27. Get your rocks off
  28. Sign language
  29. Money blues
  30. Coming from the heart
  31. If I don’t be there by morning
  32. Legionnaire’s disease
  33. Love you too much
  34. Walk out in the rain
  35. Ain’t no man righteous (No not one)
  36. Let’s keep it between us